Archesis.it

Blog di design e cose di casa

Sei qui: Home » Perché ristrutturare la propria casa

Perché ristrutturare la propria casa

Visto dall’esterno potrebbe sembrare un desiderio in molti casi anche privo di reali motivazioni, eppure la tendenza a ristrutturare la propria casa è qualcosa di profondamente diffuso e radicato. Prima o poi, tutti fanno i conti con questo pensiero nel corso della propria permanenza in uno stesso appartamento.

Altra situazione, concettualmente simile ma che presenta importanti differenze, è quella di acquistare una casa che deve essere ristrutturata: in entrambi i casi dovremo andare a compiere una serie di opere di rinnovamento, ma le condizioni di partenza sono differenti. Andiamo ad esaminare entrambe le situazioni e sostanzialmente proviamo a capire perché è conveniente ed utile ristrutturare la propria casa.

Perché ristrutturare la propria casa

Ovviamente si tratta di un processo che comporta la spesa di un budget non irrisorio: gli interventi potranno chiaramente essere compiuti in base alla nostra disponibilità economica, ma una ristrutturazione degna di nota non rappresenterà di certo una spesa minima. Inoltre, si tratta di un lavoro che dovremo affidare – a livello pratico – a terzi, e che comporterà un’intensa attività di ricerca e raccolta di notizie di ogni tipo: non tutti infatti sappiamo come impermeabilizzare una casa, quali sono i materiali migliori da utilizzare e tanti altri aspetti che possono solleticarci l’immaginazione ma non abbiamo le capacità per realizzare da soli.

Esistono però una serie di vantaggi oggettivi derivanti da questa operazione, che tutti possono conoscere e dei quali chiunque può prendere atto. Tanto per cominciare, ristrutturare una casa significa incrementarne il valore di non poco: il valore di un immobile appena ristrutturato aumenta infatti a partire dal 5% fino ad arrivare in alcuni casi perfino al 19%. Questo perché si tratta sostanzialmente di un lavoro di riqualificazione generale dell’ambiente, per la cui qualità logicamente i futuri compratori dovranno pagare di più.

Questo, senza considerare il fatto che una casa fresca di ristrutturazione aumenterà ovviamente il proprio appeal nei confronti dei possibili compratori. Dunque, risulterà decisamente più semplice vendere il nostro immobile se è quello il nostro desiderio. Potremmo però anche voler ristrutturare la nostra abitazione senza avere alcuna intenzione di cederla ad altre persone, ma semplicemente perché mossi dalla volontà di rinnovarla un po’ e darle un tocco nuovo.

L’aspetto estetico infatti ha un peso determinante per chiunque, e vivere per anni negli stessi ambienti immutati – medesima posizione delle stanze, medesimi passaggi tra una stanza e l’altra, medesimi colori alle pareti – può sul lungo periodo risultare stancante. Insomma, possiamo stufarci.

Ecco che ristrutturare la nostra casa ci darà la possibilità di lasciare libero sfogo alla nostra creatività, ed andare a modificare tutti quegli aspetti e quei dettagli che ormai non erano più così convincenti. Non solo potremo quindi incrementare la qualità del nostro ambiente abitativo, ma sarà possibile farlo anche seguendo esattamente i nostri gusti ed attuando la disposizione degli spazi che meglio crediamo.

Comprare una casa da ristrutturare: i vantaggi

Dall’altra parte, seguendo la logica del ragionamento che abbiamo appena effettuato, è chiaro come comprare una casa da ristrutturare abbia con sé almeno due vantaggi principali. Il primo è legato proprio al costo di acquisto, che sarà in questo caso ovviamente inferiore avendo poi noi a carico tutti i lavori di ristrutturazione dell’immobile appena acquisito. La differenza di prezzo, considerando che si gioca al ribasso in questo caso, può oscillare anche tra il 14% ed il 30%. Un’enormità.

Ovviamente questo comporta dei vantaggi anche seguendo l’altro filone elencato, quello della creatività e delle possibilità: comprando una casa da ristrutturare stiamo acquisendo di fatto solamente l’involucro, che potremo poi a completare. Ci sarà quindi possibile strutturare l’interno come più preferiamo seguendo i nostri del tutto personali gusti.

Francesca D'Angelo

Torna in alto