Archesis.it

Blog di design e cose di casa

Divani letti: consigli su come sceglierli

Tra gli arredamenti che fanno una casa c’è senza dubbio il letto su cui dormire. Ne esistono davvero di tantissimi tipi: matrimoniale, ad una piazza, a baldacchino, singolo o ad una piazza e mezza, solo per citare alcuni esempi.

Molte volte però, sia per questioni di spazio che anche (in alcuni casi) questioni economiche, oppure semplicemente per le evenienze, si preferisce o si decide appunto di acquistare un divano letto.

Il divano letto rappresenta quindi una soluzione ottimale ed ideale per chi ha poco spazio, ad esempio per chi vive in un monolocale, o per chi ha ad esempio una casetta al mare o in montagna destinata alle vacanze ed intende spendere il minimo indispensabile per arredarla.

Questo arredamento è senza dubbio molto pratico, in quanto si ha appunto un divano e all’occorrenza si trasforma in un letto matrimoniale (o singolo) molto comodo, semplicemente aprendolo in pochissime e semplici mosse.

Ma perché è meglio scegliere di acquistare un divano letto su misura piuttosto che recarsi in un negozio fisico o comprare addirittura online?

La risposta è davvero molto semplice: possiamo scegliere le caratteristiche più adatte a se stessi e alle proprie esigenze, come ad esempio il colore del tessuto, i cuscini, le misure (che sono fondamentali), il tipo di materasso, il materiale o anche la qualità dei rivestimenti.

Affidarsi quindi a degli esperti e farsi realizzare un arredamento su misura e quindi “personalizzato” è sicuramente più vantaggioso, anche per il semplice fatto che la qualità dei materiali usati e l’attenzione dedicata alla realizzazione sarà sicuramente e nettamente maggiore rispetto ai negozi fisici che producono e lavorano in catena.

Come scegliere il divano letto più adatto

Per scegliere il miglior modello, che si adatta meglio alle proprie esigenze bisogna prestare attenzione a molte caratteristiche tecniche.

Innanzitutto partiamo col dire che il modello di divano letto più diffuso è sicuramente quello che dispone del meccanismo a scorrimento verso l’alto, in quanto è il meccanismo senza ombra di dubbio più comodo da aprire e chiudere al bisogno.

Con questo tipo di meccanismo basterà tirare e quindi sollevare lo schienale per aprirlo nella maniera corretta. Così, una volta aperto il letto sarà quindi formato dalla seduta e dallo schienale del divano.

Esistono poi altri due tipi di apertura molto comuni:

  • l’apertura frontale a scorrimento, che presume l’apertura corretta grazie all’impiego del meccanismo che si ha posizionandosi di fronte al divano letto e tirando verso di se il piano seduta del divano;
  • l’apertura frontale aerea, che prevede invece che a scorrere per l’apertura sia lo schienale del divano. Quest’ultimo, in sostanza, viene sollevato fino alla sua totale e piena estensione.

Per quanto riguarda invece le reti dei divani letti, bisogna dire che queste possono essere a doghe solo per i modelli che hanno una struttura in legno oppure quelli elettro-saldati.

Esiste ormai anche un nuovo modello di divano letto, vale a dire: il divano letto a castello.

Questo modello è dotato di un particolare sistema di scorrimento verticale che quando viene aperto diventa appunto un letto a castello.

I materassi dei divani letti hanno misure variabili. Nei divani letti a libro (i primi che sono stati citati nel paragrafo) il materasso può essere anche a molle ed ha uno spessore di circa 12-14 centimetri. Per quanto riguarda la lunghezza del materasso invece la misura è standard, come per i letti normali.

Per concludere

Si può quindi affermare che scegliere un divano letto su misura è davvero molto conveniente per molti motivi, sia per la comodità di averlo comodissimo e molto confortevole durante la giornata che poi si trasforma in un altrettanto comodo letto, che per questioni di gusti.

Dunque, commissionandolo su misura è possibile scegliere davvero qualsiasi caratteristica in base ai propri gusti ed alle proprie esigenze.

Informazioni dell’articolo tratte da Divanisantambrogio.it.

Francesca D'Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto