Archesis.it

Blog di design e cose di casa

Come eliminare i tarli in casa

I tarli in realtà non sono affatto vermi, ma le larve mangia-legno di molte specie diverse di coleotteri. Queste larve praticano piccoli fori rotondi nei mobili, nelle travi e nei pavimenti quando escono dal legno, lasciando dietro di sé un residuo polveroso. Il tarlo si diffonderà felicemente e velocemente da un pezzo di legno all’altro, causando danni e, in alcuni casi, gravi problemi strutturali. Per questo motivo, è vitale sbarazzarsi di tarli non appena si individuano i segni.

Come accorgersi della presenza di tarli in casa

Prima di sbarazzarsi dei tarli, è fondamentale accorgersi della loro presenza. Ecco come:

  • Nuove aperture di uscita: cercate questi segni nei mobili, travi e pavimenti; sono particolarmente probabili da maggio a ottobre, quando i tarli sono attivi. Diversamente da ciò che si pensa, i buchi non sono il segno che i tarli hanno abbandonato l’appartamento.
  • Spolverare i buchi: questa potrebbe essere la prima cosa che si nota. In realtà non è polvere; questo residuo polveroso di cui abbiamo parlato prima è un escremento, e sembra solo segatura fine.
  • Assi o travi deboli: questo è il segno di una grave infestazione da tarli.
  • Larve: sono di colore bianco crema e sembrano piccole larve, ma sono più piccole della punta di una matita, quindi non è facile individuarle.
  • Coleotteri: vivi o morti; sono lunghi circa 3 mm e di colore brunastro/nero.

Perchè compaiono i tarli in casa?

I tarli possono essere entrati in una casa attraverso un pezzo di mobili antichi o legname infestato. Tenete a mente questo quando fate la spesa di antiquariato: prima di acquistare qualsiasi cosa, controllate che non sia già infestata dai tarli. I coleotteri adulti depongono le uova, appena sotto la superficie di un pezzo di legno; le larve poi si nutrono di esso prima di e schiudersi. Il ciclo viene poi ripetuto.

Le larve trovano nel legno un contenuto di umidità superiore a quello tipico, quindi è probabile che, se si scopre un problema di tarli in casa propria, ci sia anche un problema di umidità in eccesso, sia in un tetto poco ventilato o in una cantina umida. Tuttavia, le condizioni di umidità non sono d’obbligo.

Come prevenire le infestazioni da tarli

Come per qualsiasi infestazione, prevenire i tarli è meglio che trattarli. Rimuovete l’umidità assicurando che gli ambienti siano adeguatamente riscaldati e ventilati: questo renderà la vostra casa meno attraente per i tarli. Se siete preoccupati per l’umidità di travi e assi strutturali, potete testarne l’umidità con un misuratore di umidità del legno. Qualsiasi valore di umidità superiore al 20 per cento dovrà essere controllato.

Se riuscite a localizzare il tarlo su un mobile singolo appena acquistato o se avete individuato un’infestazione precoce e isolata, sbarazzarsi dei pezzi interessati potrebbe prevenire o almeno ridurre al minimo qualsiasi ulteriore invasione di tarli nel resto della casa.

Come sbarazzarsi dei tarli

Se siete sicuri che l’infestazione da tarli è piccola e limitata, magari ad un solo mobile, potete provare a trattarla con un pesticida liquido di buona qualità e a basso odore, seguendo le istruzioni alla lettera. Un’altra opzione è quella di mettere fuori le trappole per mosca in stanze poco ventilate; queste possono catturare alcuni dei coleotteri emergenti, ma non è una procedura semplice.

Tuttavia, non c’è garanzia che i metodi fai da te funzionino perché questi tipi di trattamento non penetrano molto oltre la superficie del legno. Potrebbero uccidere i coleotteri adulti man mano che emergono, ma non raggiungono le larve all’interno. E se non emergono immediatamente, non saranno colpiti dall’insetticida che avete usato.

Francesca D'Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto